Albergo

Albergo Dogana Vecchia – Albergo

La stretta vicinanza con Cortina d’Ampezzo e l’appartenenza al Cadore permette all’Albergo Dogana Vecchia di essere il posto perfetto per trascorrere i Vostri momenti lontano da casa, siano essi di motivo vacanziero, un giro in moto lungo i passi dolomitici o semplicemente per un veloce passaggio dovuto al lavoro. La Ciclabile delle Dolomiti passa proprio a fianco dell’Albergo!!!

La Famiglia Del Favero, gestrice da decenni della struttura, sarà a Vostra disposizione al fine di rendere la Vostra permanenza un momento da ricordare facilitandoVi nelle scelte e dandoVi i migliori consigli per poter apprezzare le Dolomiti in qualsiasi momento dell’anno. Il singolo, la coppia o la famiglia troverà nell’atmosfera della decennale conduzione famigliare l’accoglienza desiderata.

Il nome dell’Albergo “Dogana Vecchia” mantiene il fascino storico in quanto sorto dall’antica struttura della vecchia dogana sul confine con l’impero Asburgico (Austro Ungarico); a pochi metri dallo stesso è possibile trovare sul lato della statale il ceppo che celebra l’ormai antico confine tra la Repubblica Serenissima e l’Austria. L’Albergo Dogana Vecchia, trovandosi al confine tra il Comune di San Vito di Cadore (a cui appartiene) e quello di Cortina d’Ampezzo, è il luogo ideale per poter vivere sia l’Alto Cadore che l’Ampezzano.

Sulla statale che porta a Cortina dal Cadore nella Valle del Boite che prende il nome dall’omonimo fiume; sia Cortina che San Vito di Cadore sono facilmente raggiungibili in auto, in moto, con mezzi pubblici, in bicicletta oppure con una facile passeggiata lungo la ciclopedonabile assaporando la visuale di celebri vette Dolomitiche.

La Natura vi avvolgerà in qualsiasi stagione, colori incredibili che avrebbero stupito lo stesso Van Gogh e che hanno affascinato pittori, poeti e scrittori di ogni epoca. Siete nelle DOLOMITI e le dolomiti sono ogni giorno un’esperienza originale. Non vi sentirete come a casa semplicemente perché siete in vacanza ma l’atmosfera Vi farà sentire ancor meglio!

Quando si parla di Dolomiti l’idea è “natura” in se; montagne, genti, fauna e flora esplodono davanti ai vostri occhi conquistando subito un posto nel vostro cuore.

Queste montagne suscitano nel cuore il senso dell’infinito, con il desiderio di sollevare la mente verso ciò che è sublime, Giovanni Paolo II.

 

Logo